Senza obiettivi non vi possono essere risultati, se non casuali e, normalmente, di scarso significato.

Sto sperimentando la docenza nel master post-universitario in Business Management di Aforisma, nella splendida Lecce e, prima di partire, mi sono fatto una domanda schietta e senza equivoci: “Ma che ci starò a fare in quel posto? Quali obiettivi mi devo porre?”. Ho riflettuto un po’ ed ho focalizzato l’utilità del mio ruolo al di là delle discipline insegnate.

Un master post-universitario, infatti, in aggiunta alle competenze cui è finalizzato, risponde anche ad almeno tre fattori di crescita personale imprescindibili nella società odierna: esso è l’acquisizione di uno stile, un modello di pensiero, un decidere per agire.

1. Lo stile ci caratterizza nelle relazioni, una capacità delle persone di successo e un valore aggiunto in un gruppo di lavoro.

2. Il modo di pensare ci permette di essere speculativi e aperti al confronto, disponibili a metterci in discussione ogniqualvolta si rende necessario per comprendere o per correggere la rotta.

3. Il decidere ci rende concreti e veloci, pronti a muoversi anche in assenza di informazioni complete o dettagliate, avvezzi al rischio calcolato grazie ad un sano ottimismo.

Bene, tutto il mio lavoro è intriso di questi tre punti affinché gli allievi possano essere stimolati, oltre che dai contenuti professionali, da atteggiamenti che possano aggiungere valore alla loro esperienza salentina.

In bocca al lupo, ragazzi!